Cerca nel sito

Seguici

Iscriviti alla newsletter

Le Edizioni La Conchiglia

Ogni isola come ogni libro è uno spazio e uno strumento oracolare, di iniziazione e di passaggio a realtà diverse. Ogni libro, come ogni isola, è uno spazio e uno strumento per reclusioni totali da cui accedere a libertà totali”.

Le Edizioni La Conchiglia nascono a Capri nel 1989 e crescono insieme alle quattro librerie omonime create da Ausilia Veneruso e Riccardo Esposito in questi anni sull’Isola e a Roma e all’Associazione Culturale La Conchiglia.

Chi siamo

Le ultime novità

Tutte le novità

CAPRI L’ISOLA DELLE FIABE

Leggende, spiriti, janare e munacielli nelle opere di H. Zschalig e I. Emerson

Scheda del libro

CAPRITUDINE

Modi e mode dell'Isola Azzurra

Scheda del libro
In evidenza

La Dolce Vita di Capri e dei suoi protagonisti

L'isola negli anni Cinquanta

Personaggi, scandali e mode

Gli anni Cinquanta sono stati per Capri l’età dell’oro. Si può ben dire che quel periodo di vitalità, joie de vivre e amore per gli eccessi, che in Italia prenderà il nome di “dolce vita” e che connoterà un’epoca indimenticabile della storia del nostro paese, sia nato nella piccola isola molto prima, addirittura negli anni a ridosso della fine della Seconda Guerra Mondiale. Il conflitto era appena finito, il mondo si leccava ancora le ferite e mezza Italia era ridotta in macerie, e già le prime avanguardie di gaudenti affollavano Capri smaniose di dimenticare gli orrori della guerra e desiderose di stordirsi con il divertimento, senza dar peso alle differenze d’età, di sesso, di denaro e di pensiero politico. L’Isola negli anni Cinquanta è un mondo fatto da élite ed eccellenze in ogni campo e di ogni paese, in cui spiccano le figure di re Farouk d’Egitto, habitué dell’isola anche dopo l’abdicazione, dello scrittore Graham Greene che siede sempre allo stesso tavolo del suo ristorante preferito, e dell’industriale Gazzoni, che gira in portantina mentre Edda Mussolini Ciano prende ogni sera l’aperitivo in Piazzetta a pochi tavoli dal generale Pietro Badoglio e dal mafioso Lucky Luciano protetto dai suoi scagnozzi. Palma Bucarelli, la mitica direttrice della Galleria Nazionale d’Arte Moderna, tiene banco circondata dai suoi ammiratori, mentre l’attrice Rita Hayworth, “l’atomica”, cammina per le viuzze capresi seguita da una folla adorante e Aristotele Onassis guadagna a grandi passi il centro del paese con la moglie Tina e con Maria Callas per cui ha perso la testa. E come dimenticare Malaparte che deve abbandonare l’Isola scortato dai Carabinieri per sfuggire all’ira dei capresi, il poeta cileno Pablo Neruda sorvegliato dalla Polizia per le sue idee sovversive, e il pio Ministro dell’Interno Mario Scelba, severo fustigatore di costumi e nemico giurato degli slip da bagno?

Press&News
Tutte le news
19 Giugno 2023

“Capritudine”: sirene, flaneur ed altri bei tipi – LA REPUBBLICA NAPOLI

di Stella Cervasio

“Capritudine”: via di mezzo tra lo stato d’animo della solitudine e della beatitudine, accostabile al termine tedesco Capri Sehnsucht (desiderio, aspirazione, nostalgia,…

Leggi tutto
26 Novembre 2022

Mona Bismarck, ritratto di signora – ROBINSON – LA REPUBBLICA

di Stella Cervasio

Protagonista del jet-set tra New York e Capri, musa di Beaton e amica di Capote, visse una vita da romanzo ricostruita da…

Leggi tutto
6 Maggio 2022

Un mosaico di personalità nella Capri del tempo che fu – IL ROMA

IL LIBRO DI ERNESTO MAZZETTI ALLA FONDAZIONE DE FELICE

 

Una carrellata di personalità: dal giornalismo all’economia, dall’imprenditoria alla politica. Capri, tra gli anni Cinquanta e…

Leggi tutto

Anteprima carrello

Il tuo carrello è vuoto
Le spese di spedizione verranno calcolate in Cassa, al momento della selezione del Paese di consegna.

Account utente

Per proseguire con l'ordine, correggi gli errori evidenziati in rosso